domenica, maggio 18, 2008

Il teatrino dei burattini










Questo sta diventando la mia terra.
Un teatro di burattini in mano alla camorra
ed ad un pugno di non-amministratori.

Esco per strada, cammino, guardo i
mucchi di immondizia, sento parlare
dei roghi, delle sassaiole contro i pompieri
che cercano di spegnere gli incendi appiccati
e cerco di capire.










Cerco di capire questa gente che protesta e
tira sassi: chi credono che ci sia nella tuta
dei pompieri? i politici o i loro vicini?

Cerco di capire interi paesi che protestano contro
i termovalorizzatori: non vogliono impianti a norma
e poi creano diossina bruciando i cassonetti?
Molto coerente...

Cerco di capire la protesta contro la apertura di
nuovi siti di stoccaggio: ma negli ultimi 30 anni che
la camorra creava discariche abusive per i rifiuti tossici
degli imprenditori del nord, questa gente dove diamine
stava? Non ce li avevano figli da proteggere allora?

Cerco di capire come si fa a votare sempre per le stesse
persone che stanno portando la nostra terra in una
situazione peggiore del Burundi, e che non hanno la
capacità, la voglia, la forza o l'interesse di risolvere
i tanti problemi di Napoli e della Campania.

Cerco di capire e non ci riesco.
Perchè ancora credo nel rispetto degli altri.
Perchè ancora penso che tutto ciò che sta fuori
casa mia sia di tutti.
Perchè penso che con un pò di buon senso si potrebbero
risolvere tante cose.
Perchè quando mi affaccio da Castel dell'Ovo e guardo
il golfo, il mare, la città e le sue luci di sera...
credo ancora che sia la città più bella del mondo.











Non capisco...
perchè l'unica spiegazione possibile...
è che molte persone non vogliono svegliarsi,
che preferiscono essere dei burattini in mano
a chi gli dice cosa fare;
burattini che in cambio di quattro lire vendono
la propria città, il futuro dei propri figli,
la speranza e la salute di chi questa terra,
questo mare e queste vie le amano con tutta l'anima.

Chest è a terr 'e Pulecenell, 'e Eduardo e Totò...
ma stu teatro 'e burattin, pur lloro facess arrevutà...

17 commenti:

Eleanor ha detto... @ 18 maggio 2008 17:11

del posto dove abito io, in provincia di napoli, si dice che la gente, fa splendere la casa, sta sempre a ripulirla che deve brillare, ci puoi mangiare per terra,... e fuori la porta è l'INCIVILTA'.per loro, quello che è fuori la porta, non è di tutti, non è "anche un po' mio" ..."è..chissenefrega". ahimè, l'ho visto in molte case.

LEA ha detto... @ 18 maggio 2008 18:51

Il problema è complesso ed è forse sia di tipo etico che politico. Etico perchè c'è chi come dici tu, svende la propria terra in cambio di due soldi non capendo che una bella casa in un posto invivibile non gli serve a nulla, etico perchè si guarda solo nella propria aiuola e non più in là, politico perchè le connivenze mafia- politica hanno permesso e permettono tutto questo......Eppure da qualche parte una soluzione ci deve pur essere!

Pablo ha detto... @ 19 maggio 2008 10:50

non ci riesco neanche io bruko, vorrei ma non ci riesco

Bk ha detto... @ 19 maggio 2008 10:55

@Eleanor: non trovi sia triste?
@Lea: dovremmo parlarne di più...
@Pablo: già...

Sara ha detto... @ 19 maggio 2008 11:42

..è una delle città più belle del mondo, ma noi stessi, che ci viviamo perchè ancora la amiamo e dovremmo tutelarla.. siamo pieni di contraddizioni..
forse dirò una cosa impopolare, ma intimamente io credo che la maggior parte delle persone pensi di meritarsi tutto questo degrado..perchè nessuno compie fino in fondo il proprio dovere..e tutto ciò che è pubblico è in realtà "terra di nessuno"..
..se pensassimo di meritare di più..avremmo il coraggio di denunciare..anche le più piccole cose..

Antonella ha detto... @ 19 maggio 2008 14:20

E' la mia terra...La Terra-di-Nessuno...e...giuro...gli occhi mi si riempiono di lacrime nel vederla diventare,ogni giorno un pò di più,l'ombra di se stessa.
Quella dei napoletani è ormai solo finta-genersoità...L'aria canta nelle vie di ieri...e in quelle di oggi...ma le mura urlano...rivendicano un rispetto troppo a lungo dimenticato...I politici...si i politici ci hanno messo il carico da novanta...ma noi?Noi cittadini?...No Signori...la responsabilità è anche nostra...Ci ha resi vigliacchi la paura,il mancato coraggio di ribellarsi ad un sistema corrotto che ha fuso Stato e Anti-Stato,rendendoli una cosa sola.Abbiamo chiuso gli occhi,tappato le orecchie,gridato muovendo solo le labbra...senza voce.Pcchè a paur fa nuant!E nelle nostre terre si-tira-a-campare...E' troppo radicata l'arte dell'arrangiarsi...il pressapochismo tipico di chi si muove nell'ozio,nella pigrizia,nel menefreghismo...Allora mi chiedo...Forse questo è quello che ci meritiamo?

digito ergo sum ha detto... @ 19 maggio 2008 15:16

dietro ad ogni sofferenza c'è lo slancio per una nuova, folgorante, rinascita. ti abbraccio. tieni duro, che le palle ce le hai.

Chiara* ha detto... @ 19 maggio 2008 16:52

Purtroppo ciò che dici è vero..
E questo schifo di governo non sta facendo un emerito cazzo per risolvere la situazione.. il tempo passa.. e non cambia nulla.

patty ha detto... @ 19 maggio 2008 17:31

ahimè quanto hai ragione...noi qui siamo lontani dal problema, e non ho mai espresso troppo esplicitamente un parere xchè cmq nn vivendoci nn posso nemmeno capire le "problematiche interne"ed i motivi che spingono questa gente a protestare e a non volere termovalorizzatori, xò da quel che posso capire da qua,senza vivere il problema in prima persona, mi sembra veramente che si tratti di ottusaggine, e di scarsa voglia di mettersi le gambe in spalla x risolvere i problemi che vanno al di là del proprio cortile..nn voglio generalizzare, xò questa impressione l'ho avuta fin troppe volte...

Bk ha detto... @ 19 maggio 2008 17:47

@Sara: concordo... cominciamo noi?
@Antonella: dovremo cominciare a cambiare nel piccolo cominciando a rifiutare i compromessi...
@Digito: qui soffre un intera città...
@Chiara: mercoledì consiglio dei ministri a napoli... sai che risate...
@Patty: no, hai ragione è così... troppo tempo passato a lasciar perdere...

Sara ha detto... @ 19 maggio 2008 19:13

Hai ragione,perfettamente...

casualmente ho pubblicato una canzone che credo tu conosca...magari puoi darmi una mano con la "traduzione"...

:-)

stellastale ha detto... @ 20 maggio 2008 14:42

anche io penso che napoli sia tra le città più belle del mondo... ma stiamo facendo davvero di tutto per farlo dimenticare prima a noi stessi e poi al resto del mondo

Bk ha detto... @ 20 maggio 2008 14:48

@Sara: fatto! che effetto fa?
@Stellastale: potremmo provare a non lasciar perdere più nulla e reagire...

Mylee ha detto... @ 21 maggio 2008 15:44

Ciao Bruno,
forse tutti dovremmo fare qualcosa nel nostro piccolo..e con tutti non intendo dire tutti i napoletani ma tutti gli italiani e forse di più..tutto il mondo, perchè dei posti ci siamo appropriati nel tempo ma non dimentichiamo che questo mondo e la sua bellezza appartengono a Dio, alla natura...insomma, di sicuro non appartiene a non uomini che ci siamo venuti solo a fare una belle e lunga vacanza!
Io il mio piccolo l'ho fatto, sono venuta in vacanza nel Cilento l'anno scorso (lo consiglio vivamente)e nel fare un'escursione mi sono imbattuta nelle grotte del Bussento: bellissime ma soffocate dagli scarichi di detersivi! Posso dirti che sentivo il pianto della natura.Tornata a casa ho scritto una lettera e inviato le foto al WWF che nella stessa area aveva dichiarato oasi a Morigerati una cascata dello stesso fiume Bussento; mi hanno risposto...e non ti nascondo che mi ha fatto molto piacere...un giorno tornerò nel Cilento con la speranza di sentire il profumo della natura e non quello dell'omino bianco!

Una bacio, Milena

Bk ha detto... @ 22 maggio 2008 09:27

@Milena: hai ragione tutto possiamo fare qualcosa nel nostro piccolo.
Che bello risentirti...

Lieve ha detto... @ 25 maggio 2008 00:29

Oh, finalmente un pensiero sensato sull'argomento 0.0.
In tv ho visto interviste deliranti a proposito della spazzatura di Napoli...interviste fatte, purtroppo, a gente che a Napoli ci abita o.0. Ma è anche vero che in TV si tende a fare sensazionalismo, si mostrano solo i cassonetti in fiamme e la gente che tira sassi, ma fa piacere accorgersi che c'è anche gente che ragiona ;)

Bk ha detto... @ 25 maggio 2008 19:36

@Lieve: già... pseudo-giornalisti li chiamerei. Ben arrivata!