mercoledì, maggio 07, 2008

Cuore di cane











Avevo in mente un paio di idee
per dei post... ma stasera proprio non gira.
Le mie dita si rifiutano quasi di scrivere,
cerco di capire cosa c'è che non va.

Forse nulla, forse tutto.
Mi chiedono in tanti cosa c'ho...
che sembra stia giù...
che sembro più chiuso.

Sono successe tante cose dalla scorsa estate,
la spinta emotiva per uscire dalla vecchia
situazione si è esaurita.
Ora ne sono fuori.
MA sono anche fermo.

Sono a fine corsa...
i polmoni ancora dolgono,
i muscoli non riescono a rilassarsi,
sono ancora piegato...
e penso solo a rifiatare.

Sono finito chissà come in riva al
mare e di correre oltre... no
proprio non si può.

Finalmente alzo la testa e guardo.
Come non ho fatto negli ultimi mesi...
E vedo le cose. Vedo la gente,
i rapporti che ho attorno...
per quello che sono senza filtri.
Nessun filtro, nè mio , nè loro.

E vedo me.
Mattoncini lego con cui ho costruito
castelli, giardini, luoghi di svago,
fantasie sui miei desideri e sui miei bisogni.
Costruzioni più o meno complesse
per una mente complessa.

Peccato che il mio cuore sia molto
più semplice e che ti tutte queste giostrine...
in fondo... non sappia che farsene.

Come mi sento?
C'è sempre una canzone perfetta per ogni momento,
e per questa sera ci ha scritto un tizio,
tal De Gregori... per farla cantare ad una tizia...
tale Mannoia... e per farmi da colonna sonora
in codesto momento.
Come mi sento?
Lo lascio cantare a loro...


16 commenti:

vehuel ha detto... @ 7 maggio 2008 08:32

C'è un'estate nuova che ti aspetta, i muscoli si rilasseranno al sole, i polmoni si apriranno e il tuo cuore semplice chiuderà le ferite. Come sono belli i cuori semplici!
Buon mercoledì,
Julia

Mirtilla ha detto... @ 7 maggio 2008 08:37

apri il cuore al sole che scalda pian piano la nostra stupenda citta'...

rompina ha detto... @ 7 maggio 2008 10:44

credo che questi momenti di calma apparente e di apparente stasi a volte ci siano semplicemente necessari.
il cuore batte sempre, anche quando pare coperto...
quando mi capita, guardo con curiosita' al nulla, perche' so che sotto questo nulla c'e' Vita, che sta per investirmi in pieno.
tu sei in riva al mare, caro mostro, goditi le onde e il sole...che non e' per niente poco.
un abbraccio,

L.

berry ha detto... @ 7 maggio 2008 10:56

stai vivendo un momento magico: te lo ricorderai a lungo.
Di ogni cosa, fanne buon uso.
Anche del tempo che merita una lunga attesa.

Bk ha detto... @ 7 maggio 2008 10:58

@Veheul: vedrò di godermela questa nuova estate... grazie!
@Mirtilla: lo sto facendo!!
@Rompina: semplicemente grazie...

Sabrina ha detto... @ 7 maggio 2008 12:47

In momenti così non c'è niente di meglio che sorridere... il cuore si scalda anche così... ;-)

Fragola ha detto... @ 7 maggio 2008 16:36

Uff, aspettare...che dopo tutta quella fatica che si fa ad incollare quei quattro cocci e a rimettersi in piedi uno si chiede: e adesso? Devo star qui e aspettare che succeda qualcosa che mi faccia capire qual è il mio prossimo percorso o devo sgambettare in giro sperando di intravedere la mia strada?
I cuori semplici non sono mica facili da riempire...

Cetta ha detto... @ 7 maggio 2008 16:41

Non sarà mica dovuto al tempo questo tuo essere giù??:/!Su su!!

kekkasino ha detto... @ 7 maggio 2008 17:32

beh le dita si sono sciolte...il tempo è davveo la miglior cura! :-D

Bk ha detto... @ 7 maggio 2008 19:03

@Sabrina: e tu di sorrisi ne sai qualcosa, eh? :-)
@Fragola: quanto hai ragione... mitica fragolina...
@Cetta: no no
@Kekkasino: vero vero, hai visto quanto ho scritto? ...

Anonimo ha detto... @ 7 maggio 2008 22:43

...c'è sempre un punto a cui arrivare, l'istante che stai vivendo è semplicemente quello che sta in mezzo tra quello passato e quello che verrà ... il viaggio è ancora lungo, l'unica cosa, non dimenticare mai il tuo cuore, non svenderlo... mai ... lui ci sarà sempre ...

Anonimo ha detto... @ 8 maggio 2008 00:29

.......................

LAURA ha detto... @ 8 maggio 2008 11:11

Io è un periodo che sono stanca, senza energie. Sarà l'arrivo dell'estate? In fondo fermarsi un attimo ed aspettare guardandosi attorno non è così male...

My Funny Valentine ha detto... @ 8 maggio 2008 11:31

Invece, secondo me, è "girata" parecchio. Perché ne è uscito un post molto intimista e un po' struggente (forse anche a causa della musica).
Un abbraccio
V

Bk ha detto... @ 8 maggio 2008 11:40

@Anonimo/a : non lo dimenticherò...
@Anonimo/a ": ??
@Laura: già piccola pausa...
@Valentine: dici, eh? grazie per l'abbraccio...

Baol ha detto... @ 8 maggio 2008 13:05

Come la costruzione di un amore, anche la costruzione di se stessi spezza le vene delle mani